Andrea Sangiorgio

Presidente del CDM insegnanti associati - Vicepresidente e responsabile per la formazione del CDM onlus - Professore di Educazione Musicale Elementare presso la Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera, Germania

Andrea Sangiorgio

aggformazione

Contatti

#list-style-599e5abdf0d74 ul li:before { font-family:FontAwesome; content: "\f00c"; color:#444 }
#mk-custom-box-599e5abdef8e3 { min-height:100px; padding:20px 20px; background-attachment:scroll; background-repeat:repeat; background-color:transparent; background-position:center center; margin-bottom:10px; } #mk-custom-box-599e5abdef8e3 .mk-fancy-title.pattern-style span{ background-color: transparent !important; }

educatore musicale, formatore, ricercatore

Formazione

  • A marzo 2016 ha concluso un dottorato di ricerca (PhD) sulla creatività musicale dei bambini presso la Graduate School of Education dell’Università di Exeter (“Collaborative creativity in music education: Children’s interactions in group creative music making“).
  • Nel 2010-2011 segue un Master of Science in Educational Research presso l’Università di Exeter, Regno Unito.
  • Nel marzo 2006 si laurea in Etnomusicologia presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (corso quadriennale D.A.M.S.) con una tesi su “Orff-Schulwerk come antropologia della musica”.
  • Si diploma in pianoforte nel 1999 presso il Conservatorio “Rossini” di Pesaro.
  • Si forma in Educazione elementare alla musica e al movimento dal 1994 al 1997 presso l’Istituto Orff dell’Università “Mozarteum” di Salisburgo, Austria, conseguendo il Diploma del Corso biennale (B-Studium) con una tesi sul tema “Continuum della produzione musicale – Interazione – Improvvisazione di gruppo”.
  • Frequenta il primo corso biennale sulla Metodologia Orff-Schulwerk a Roma con Giovanni Piazza (1992-93, 1993-94).

 

Esperienza professionale

Da dicembre 2015 Andrea Sangiorgio è Professore di Elementare Musikpädagogik presso la Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera, Germania.

———–

CDM Centro Didattico Musicale di Roma

Dal 1997 è membro del consiglio direttivo, responsabile per la formazione e, fino a giugno 2015, insegnante (propedeutica delle percussioni, gruppi di impro-composizione, alfabetizzazione musicale, coro adulti) del CDM Centro Didattico Musicale di Roma.

Dal 1997 al 2010 ha operato come esperto esterno per l’educazione musicale presso scuole dell’infanzia e primarie di Roma. Dal 2000 al 2010 ha svolto la funzione di coordinatore per i progetti di educazione musicale nelle scuole.

Attività in qualità di formatore e aggiornatore

Per il CDM dal 2000 è il responsabile delle iniziative di aggiornamento e formazione per operatori musicali e insegnanti (il CDM è dal 2006 Ente accreditato per la formazione del personale scolastico dal Ministero per la Pubblica Istruzione).

Realizza numerosissimi corsi, seminari e interventi strutturati di formazione per conto del CDM presso scuole dell’infanzia e primarie sia a Roma che sul territorio nazionale.

Nel 2002-03 con Valentina Iadeluca è ideatore, direttore didattico e docente del Corso di formazione per operatori musicali nella scuola dell’infanzia e primaria “Orff-Schulwerk – Educazione elementare alla musica e al movimento”  (270 ore).

Dal 2007 il Corso di Formazione Orff-Schulwerk è realizzato in convenzione con l’Università di Roma “Tor Vergata” (120 ore).

————-

Esperienze di formazione all’estero

Oltre alle mansioni di coordinamento e realizzazione dei corsi del CDM onlus, svolge sia in Italia che all’estero – Germania, Austria, Spagna, Finlandia, Francia, Russia, Libano, Gran Bretagna, Irlanda, Corea del Sud, Repubblica Ceca, Cina, Taiwan, Svizzera, Iran, Turchia, Australia, Grecia – una intensa attività di aggiornamento e formazione per operatori musicali e insegnanti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria sulle tematiche:

  • approccio Orff-Schulwerk – Educazione elementare alla musica e alla danza
  • educazione all’uso della voce
  • musica d’insieme con strumenti a percussione
  • improvvisazione di gruppo e creatività musicale
  • aspetti cognitivi dell’apprendimento musicale, alfabetizzazione musicale (Music Learning Theory, E.Gordon)

Tra le ultime, significative presenze internazionali:

Luglio 2016: Simposio Orff-Schulwerk e Summer Course (Orff-Institut, Salisburgo, Austria).

Nel luglio 2014 è nominato consigliere (“Advisor”) dell’Orff-Schulwerk Forum Salzburg, l’organismo internazionale finanziato dalla Fondazione Orff Diessen che rappresenta il centro della rete internazionale delle Associazioni nazionali Orff-Schulwerk e delle istituzioni pedagogiche affiliate, con il compito di raccogliere, documentare, e disseminare informazioni, idee, e pratiche pedagogiche relative all’Orff-Schulwerk nel mondo. (vedi www.orff-schulwerk-forum-salzburg.org)

Gennaio 2012: Guest Presenter per la Biannual Orff-Schulwerk Conference “Voices of the Swan 2012. Creative Music and Movement Education”, organizzata da WAOSA West Australian Orff Schulwerk Association, Perth, Australia.

Nel marzo 2009 assieme a Valentina Iadeluca è invitato per un Gastkurs all’Orff-Institut, Università Mozarteum, Salisburgo, a presentare le attività del CDM nelle scuole, illustrando le modalità organizzative dei progetti di musica e danza realizzati con classi di scuola dell’infanzia e primaria, e fornendo operativamente diversi modelli di integrazione della Music Learning Theory di E.Gordon nel quadro della concezione pedagogica Orff-Schulwerk.

Nel luglio 2008 è Host Chair (Presidente ospitante) dell’XI Seminario Internazionale per la Community Music Activity, realizzato nell’ambito dei lavori della 28ma Conferenza ISME (International Society for Music Education) e svoltosi a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Nel luglio 2005 è tra i docenti del Summer Course organizzato dall’Istituto Orff per l’Educazione alla musica e alla danza dell’Università “Mozarteum” di Salisburgo, Austria.

Nel luglio 2006 ha partecipato come relatore al Simposio Internazionale Orff-Schulwerk “In Dialogue”, organizzato a Salisburgo dall’Orff-Schulwerk Forum, presentando alla comunità orffiana internazionale la Music Learning Theory di Edwin Gordon e illustrando in un workshop le possibilità di integrazione di questo approccio cognitivista nel quadro della concezione pedagogica Orff-Schulwerk.

Nel 2004 presenta un performing group, un e-poster e un workshop (“Thinking music – Creating music”) alla XXVI Conferenza ISME, International Society of Music Education (Tenerife, Spagna).
Nel 2002 presenta per conto del CDM un performing group alla XXV Conferenza ISME, International Society of Music Education (Bergen, Norvegia).

Pubblicazioni

Sangiorgio, A. (2014). Orff-Schulwerk: relationships between practice and theory. In M. Grüner, B. Haselbach, M. Widmer (Eds.), Orff-Schulwerk Heute nr. 91 (Winter 2014, pp. 12-18). Salzburg: Carl Orff Institut für Elementare Musik- und Tanzpädagogik & Orff-Schulwerk Forum Salzburg. (vedilo qui)

Sangiorgio, A., & Hennessy, S. (2013). Fostering children’s rhythm skills through creative interactions: An application of the cognitive apprenticeship model to group improvisation. In A. de Vugt, & I. Malmberg (Eds.), European perspectives on music Education 2 – Artistry (pp. 105-118). Innsbruck, Esslingen, Bern: Helbling. (overview of the book – download a pdf version of the chapter)

Cohen, M.L., Silber, L., Sangiorgio, A., & Iadeluca, V. (2012). At-risk youth: Music-making as a means to promote positive relationships. In G. Welch & G. McPherson (Eds.), The Oxford handbook of music education (Vol. 2, pp. 185-202). Oxford, UK: Oxford University Press. (vedilo in GoogleBooks)

Orff-Schulwerk come antropologia della musica, in: G.Piazza (a cura di) L’Orff-Schulwerk in Italia. Storia, esperienze e riflessioni, EDT, Torino 2010, pp. 142-157 (vedilo in GoogleBooks)

Thinking Music – Creating Music. An approach to Rhythm and Group Improvisation through Voice, Movement and Percussion instruments, in: “Orff-Schulwerk Informationen” n°83 (“Improvisation” – Sommer 2010), a cura della Universität Mozarteum Salzburg e dell’Orff-Schulwerk Forum Salzburg, pp. 56-61 (download dal sito dell’Orff-Schulwerk Forum)

Orff-Schulwerk as Anthropology of Music (tradotto anche in turco: Müsik Antropolojisi Olarak Orff-Schulwerk) in: “Orffinfo” N.16 Winter 2010, a cura di Orff-Schulwerk Egitim ve Danismanlik Merkezi Türkiye (Società Orff-Schulwerk turca), Istanbul 2010, pp. 6-21

Bambini al Centro: Music as a means to promote wellbeing. Birth and configuration of an experience (con Valentina Iadeluca), in: “International Journal of Community Music“, Volume I, Number 3 (2008), Intellect, Bristol 2008, pp. 311-318
pubblicato anche in: D.D.Coffman (a cura di), “CMA XI. Projects, Perspectives, and Conversations. Proceedings from the International Society for Music Education (ISME) 2008 Seminar of the Commission for Community Music Activity”, International Society for Music Education, 2009 (stampato a Tel Aviv)

Raccolta differenziata, (scritto con Valentina Iadeluca) in: “Musica Domani“, trimestrale di cultura e pedagogia musicale a cura della SIEM Società Italiana per l’Educazione Musicale (n°146 – marzo 2008), Torino, pp. 6-10

Models of an Orff Approach Integrating Edwin Gordon’s Music Learning Theory, in: B.Haselbach / M.Grüner / S.Salmon (a cura di) “In Dialogue. Elemental Music and Dance Education in Interdisciplinary Contexts. Documentation Orff-Schulwerk Symposium, Salzburg 2006”, Schott, Mainz 2007, pp. 368-375

Zur Integration einer kognitionspsychologischen Perspektive in die Elementare Musikpädagogik, in: Malmberg, I. / Wimmer, C. (a cura di), Communicating Diversity: Musik lehren und lernen in Europa, Forum Musikpädagogik – Band 79, Wißner-Verlag, Augsburg 2007, pp. 257-261

Ideas from contemporary music: parametrical motifs, in: “Orff-Schulwerk Informationen” n°75 (“Von der Elementaren Musik- und Tanzpädagogik zur Modernen Kunst?” – Winter 2005/06), a cura di Universität Mozarteum Salzburg e Orff-Schulwerk Forum Salzburg, pp. 51-57 (download dal sito dell’Orff-Schulwerk Forum)

Provane 4!: Un modello organizzativo per la prima didattica strumentale, in: “4e40“, quadrimestrale di formazione musicale di Scuole musicali trentine S.C.AR.L., (1/2003), Trento (esperienza presentata al convegno SIEM 2001), pp.28-31

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

marco_fieninicola-pangia